Smart Solarium

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Articoli informativi Faq Lampade Abbronzanti
Faq Lampade abbronzanti - Smart Solarium

Faq Lampade abbronzanti

E-mail Stampa

Faq Lampade abbronzanti e Solarium


Alcune domande e risposte ad alcune domande che riceviamo frequentemente. Se avete altre domande da farci saremo lieti di inserirle e di rispondervi.



E’ vero che le lampade abbronzanti fanno male?


Le lampade abbronzanti non sono altro che la riproduzione controllata dello spettro del sole. Esattamente come tutto ciò che ha un effetto sull’organismo la quantità va dosata attentamente e non bisogna esagerare.

Come il sole però anche le lampade abbronzanti hanno effetti positivi sull’organismo se assunti nelle dosi corrette. Tra gli effetti documentati ci sono un aumento delle vitamina D prodotta e un rafforzamento del sistema immunitario.

E' importante ricordare che spesso non si fa riferimento alle dosi e che gli studi che sono stati effettuati per avere rilevanza statistica sono dovuti partire dagli anni '80, non tenendo conto della enorme evoluzione tecnologica che ha avuto il solarium negli ultimi 5 anni e della notevole sicurezza al momento attuale.



Preparare l’abbronzatura estiva con le lampade è sconsigliato?


Falso. Le fonti che dicono che le lampade non danno una base adeguata per il sole e per le vacanze si riferiscono a macchine ormai obsolete costruite negli anni ’80. Le macchine moderne, grazie alla ponderata percentuale di UVA e UVB possono fornire una eccellente protezione dal sole estivo.

In particolar modo un ciclo di trattamenti con macchine a bassa pressione ispessisce l’epidermide e stimola la produzione di nuova melanina da parte del melanocita, fornendo un’ottima base da cui partire per la tintarella estiva.



La bassa (o alta pressione) fa “meno male”


Falso. In realtà, come specificato nel primo punto, se usate con criterio le lampade abbronzanti hanno più effetti positivi di quelli negativi. La differenza delle lampade ad alta e bassa pressione non sta nella potenza ma nella percentuale di UVB e UVA. In generale le macchine a bassa pressione sono più aggressive sulla pelle e provocano più facilmente arrossamento ma hanno una abbronzatura più simile a quella del sole.

Assumendo dosi corrette nessuna tecnologia è dannosa.



Le vecchie lampade non rispettano le nuove normative e vanno adeguate


Vero. La normativa non ha mai stabilito dei tempi di adeguamento ma i controlli effettuati sul territorio hanno evidenziato come tutte le macchine, anche quelle acquistate prima dell’entrata in vigore degli aggiornamenti della normativa, devono rispettare le ultime disposizioni.

Inoltre in questo gruppo rientrano tutte le macchine usate che quindi devono avere un certificato di conformità in linea con le normative attuali.


Si può aprire un solarium senza la qualifica di estetista?


No. Allo stato attuale le leggi in materia sono molto chiare. Per poter aprire un solarium deve essere coinvolta una persona con qualifica di estetista riconosciuta dalla regione. Questo serve per poter garantire la professionalità adeguata all'utilizzo del solarium e ad evitare spiacevoli scottature. La professionalità dell'estetista (che deve essere sempre presente al momento del trattamento) garantisce il corretto uso del macchinario abbronzante.




 

Lingua

Solarium Smart ItalianoSmart Solarium EnglishSolarium Smart EspanolSmart Solarium Iran


Macchine costruite in Italia

Smart on Social

Smart Solarium Facebook page Smart Solarium youtube channel smart solarium twitter

Blog solarium
ricambi solarium forniture centri estetici
Lampade al Collagene



login

Registrati! Potrai accedere al menù di supporto, scaricare il listino prezzi, le foto ad alta risoluzione e tanto altro!

Questo sito utilizza Cookie.

La navigazione implica la accettazione di essi.